News

08.02.2016 | Conferenza e visite guidate a bordo della Bob Barker di Sea Shepherd

08.02.2016 | Conferenza e visite guidate a bordo della Bob Barker di Sea Shepherd

 

Centinaia di persone alla Certosa per la salvaguardia degli oceani -  conferenza stampa e presentazione affollatissime, la nave visitata da numerosi appassionati e sostenitori
 

Da tutta Italia oltre 300 appassionati e sostenitori della ONG Sea Shepherd sono giunti all’isola della Certosa per incontrare i loro eroi e visitare la nave Bob Barker prima che questa riparta per la prossima, segreta, missione di sabotaggio dei pescatori che danneggiano illegalmente gli oceani.  
Domenica pomeriggio, malgrado la pioggia ed il clima invernale, molte persone hanno abbandonato il clima carnevalesco della città per raggiungere la Certosa dove presso la casa dell’Ortolano, sala conferenze nel cuore del parco urbano, il CEO di Sea Shepherd Global Alex Cornelissen, il vicepresidente di Sea Shepherd Italia Enrico Salierno e lo staff di vento di Venezia, alla presenza dell’assessore comunale Paolo Romor,  hanno presentato l’attività della più agguerrita Organizzazione Non Governativa del pianeta. 
La conferenza si è aperta con i saluti e gli onori di casa di Vento di Venezia, che ha evidenziato la condivisione di valori tra VDV e Sea Shepherd, accomunati della passione per il mare ed il rispetto dell’ambiente. Per questo motivo Vento di Venezia si è adoperato per invitare Sea Shepherd a Venezia e ne ha sostenuto la permanenza come sponsor tecnico e sostenitore. Non è la prima volta che la società che gestisce la Certosa promuove iniziative non convenzionali a Venezia: oltre ad aver accolto più volte la Goletta Verde di Legambiente, tra il 2014 ed il 2015 il porticciolo di Vento di Venezia ha ospitato l’imbarcazione solare più grande del mondo, che ha compiuto in passato il giro del mondo senza l’utilizzo di combustibili fossili. Nel 2012, Vento di Venezia ha introdotto in laguna le regate veliche dell’America’s Cup World Series e precedentemente l’immenso trimarano Groupama III, allora detentore del trofeo Jules Verne per aver circumnavigato il globo a vela senza scalo in meno di 60 giorni.  
Alex Cornelissen ha descritto con la passione che accomuna tutti i volontari le ultime campagne di Sea Shepherd ed il programma indicativo delle prossime missioni. Molte le domande dal pubblico, incentrate sull’attività operativa di Sea Shepherd e sulla raccolta fondi che ha consentito, negli ultimi anni, il salvataggio di centinaia di cetacei. 
Nel pomeriggio il pubblico ha potuto visitare la Bob Barker, che è rientrata all’ormeggio della Certosa dopo aver superato senza danni l’incidente di percorso avvenuto nei pressi di Sant’Elena durante il trasferimento verso il bacino san Marco. Un ringraziamento particolare al personale della Capitaneria di Porto, che ha presidiato la nave dalla mattina al momento del disincaglio, ai piloti del porto che hanno orientato il comandante ed ai rimorchiatori che dopo svariati tentativi sono riusciti a trainare la nave senza danni. 
La nave rimarrà ospite di Vento di Venezia fino all’8 febbraio, giusto il tempo di riorganizzarsi e salutare i numerosi di sostenitori e donatori pervenuti che seguono da tutto il mondo gli angeli degli oceani.
 
Per informazioni:
www.seashepherd.it / facebook.com/seashepherditalia

Partners